C'era una stella che danzava e sotto quella sono nata.
W. Shakespeare

giovedì 24 gennaio 2008

Cose dell'altro mondo..

Interessante tocco di nero su pallido che scalda l'inverno..


dalla Repubblica.it
"I cani non sono ammessi e neppure le persone strane". Con questa motivazione ad una coppia di "gotici" inglesi, Dani Graves di 25 anni e Tasha Maltby di 19, è stato impedito di salire in autobus in Gran Bretagna. Il ragazzo, infatti, teneva al guinzaglio la fidanzata proprio come un cagnolino. Nessuna violenza, ha giurato lei: "è una mia libera scelta essere il suo animale domestico" ha spiegato la ragazza al Daily Mail, "e non danneggia nessuno". Di diverso avviso il controllore del bus, che ha chiesto ai due di allontanarsi. La coppia però non si è arresa ed ha querelato l'azienda dei trasporti, dichiarandosi "vittima di una discriminazione".
L'immagine è tratta dal sito del Daily Mail
.
.
Il controllore ha fatto bene. Si insomma, siamo sicuri che avesse appresso la museruola? E il pedigree sarà stato apposto? Che razza è secondo voi, perchè io dal pelo non riesco a capirlo. E del microcip ne vogliamo parlare? Lo avrà gia messo? Chissà se in Inghilterra si rischia una multa se il proprio "animale domestico" fa i bisognini per strada, perchè io in tutta onestà non intravvedo nella foto neanche l'ombra della paletta. Il padrone ha anche affermato di essere un bravo ammaestratore, infatti pare che la sua bestiola sappia scondinzolare a comando e dare la zampa in cambio di un croccantino.. FANTASTICO!
Anche voi vorreste avere un animaletto così che gira per casa eh??? Purtroppo non è cosa da tutti..

10 commenti:

Il Comandante ha detto...

Ecco...così ti vorrei! ehehehehehe

AndreA ha detto...

Non so chi dei due sia più cretino!
Ma dove stiamo arrivando???
Altro che querela alla azienda di trasporti, dovrebbero essere denunciati loro per oltraggio all'umanità!!

Un bacio....

Charlie68g ha detto...

ma le vaccinazioni le avrà fatte tutte?

Sole d'autunno ha detto...

Cose da pazzi.. su un autobus.. e se poi si scopriva che non gli aveva dato l'antipulci???

Anonimo ha detto...

pure la denuncia hanno fatto..sti idioti. sparategli a vista.

SerialLicker ha detto...

posso? se lei è d'accordo ("as long as it's consensual" dicono lassù), se è il loro equilibrio, se non fanno male a nessuno, che c'è di male? e che ragione c'è di tenerli giù da un bus? e qual è il criterio per tenere le persone giù da un bus? chiediamo a tutti fedina penale, certificato di sana e robusta costituzione e autocertificazione sulle abitudini sessuali? un travestito può salire? un trans?

occhei, mi calmo... ma da frequentatore esterno del mondo BDSM, mi son sentito coinvolto

Dany ha detto...

Sono assolutamente d'accordo con Serial, la tolleranza dove la lasciamo?!?!?!?

Fino a quando non si fa del male a qualcuno ognuno è libero di andare in giro come diavolo vuole, pernsa che io sarei per il NATURISMO!!!!!

SERIALLICKER FOR PRESIDENT!!!!

MaryLù ha detto...

Serial, ok io scherzavo e facevo dell'ironia, ora invece parlo sul serio. Non entro nel merito della scelta personale(tenendo da parte l'evidente cattivo gusto della cosa..)ma voglio un attimo constatare quando il mondo sia vario. In un'epoca che si vuole liberare dell'immagine della donna come oggetto e della donna schiava(i problemi legati al burqa ne sono l'esempio..)esistono donne che addirittura si presentano come animali domestici?? Quella ragazza ora ha 19 anni, con buona pace della sua età credo che non si renda conto dell'umiliazione alla quale si sta sottoponendo, ma un giorno, molto probabilmente, si sveglierà dal "torpore gotico" e si vergognerà di essere stata un animale domestico. Ognuno può essere ciò che vuole, ma non deve mai calpestare una delle poche cose importanti dell'esistenza che si chiama dignità personale. Essere trans significa voler valorizzare una parte di se che se soffocata renderebbe la dignità un nulla.

SerialLicker ha detto...

Mary, quello del trans, da parte mia, era un esempio pessimo. Scusa

Però non dimenticare che parecchie persone hanno un equilibrio di coppia simile a questi due, magari solo nascosto. E non sono solo le donne ad essere schiave (in gergo slave o submissive), ma anche uomini in relazione alle loro Mistress. Lo slave, in alcune pratiche BDSM, indossa un collare con il nome del partner, che in questo modo ne sottolinea e rivendica la proprietà. Ed è comunque una scelta, non un'imposizione. Un modo, per copiare ed incollare le tue parole, di "valorizzare una parte di sè". Il fatto è che siamo miliardi di "sè" e a volte è difficile capirci

La Sirena della Palude ha detto...

Scelta?
Onestamente credo che la legge dovrebbe imporre oltre alle persone anche un po' di rispetto di sè.
E lo dico da persona che ci ha impiegato un quarto di secolo per comprendere che ha una dignità.