C'era una stella che danzava e sotto quella sono nata.
W. Shakespeare

venerdì 30 novembre 2007

Fonte: La Repubblica.it del 30/11/2007



ROMA - Bin Laden minaccia l'Europa: "Abbandonate gli americani nella guerra in Afghanistan". Il messaggio audio trasmesso dalla tv satellitare araba Al Jazeera, è rivolto quindi anche all'Italia che nella missione multinazionale Nato è impegnata dal 2003. "L'influenza americana - dice Bin Laden - sta scemando e quella in Afghanistan non è stata una guerra onorevole: per questo chiedo agli europei di non partecipare a questo conflitto. I fatti dell'11 settembre sono una risposta a ciò che fanno gli americani e gli israeliani, ai palestinesi". Assumendosi la responsabilità degli attentati alle Torre Gemelle, Bin Laden assicura che i suoi amici taliban, al potere a Kabul, non erano a conoscenza di quel piano, e rivendica la piena responsabilità della strage dell'11 Settembre: "Di quegli eventi, gli afghani, i loro governo e il popolo non hanno alcuna responsabilità", ha detto il leader di Al Qaeda. Per questo, secondo Bin Laden, l'invasione dell'Afghanistan, voluta dagli Stati Uniti, fu ingiustificata. "Chiedo quindi agli europei - ha concluso il leader del terrore - di fare pressioni sui politici affinchè finisca l'aggressione all'Afghanistan, dove sono stati bombardati anche donne e bambini".

Donne e bambini.. sono stati bombardati donne e bambini.. Un momento.. mi chiedo una cosa.. ma nelle Torri Gemelle ci saranno stati donne e bambini? E li Bin Laden non si è intenerito neanche un po?? Non voglio entrare in nessun discorso antiamericano o viceversa. Ragiono solo sul fatto concreto di come ognuno di loro cerchi la sua verità, cerchi la scusa per continuare un'assurda guerra. Donne e bambini americani, europei, afghani, iraqueni.. che importanza ha? Sono tutte vittime di un pazzo a capo di Al Qaeda, pieno di soldi (che si è istruito nella sua tanto odiata america..) che rivendica non so che all'occidente, mentre il popolo è in miseria e ignoranza.. E un Bush junior che ha ripreso a far casino (come voleva la tradizione di famiglia) dopo un periodo di relativa calma, portato avanti da Clinton. Ognuno di loro con le proprie stupide,inutili motivazioni. Portare avanti un conflitto conviene a tutti loro, tranne che alla povera gente.
Ma quello che mi da fastidio è che si ricordano delle vittime solo quando fa comodo, quando sono le proprie..

7 commenti:

AndreA ha detto...

Il Tuo commento non fa una piega, SONO COMPLETAMENTE D'ACCORDO CON TE!!
Buona serata!! :-)

Un bacio!! ;-)

Igor ha detto...

si...sottoscrivo!! un bacio e buon week-end

SerialLicker ha detto...

già... applausi per mary

AndreA ha detto...

A proposito, da stasera sarai tra LE "ALTRE CHIACCHIERE" (blogroll) del mio blog...

Un bacio, buona domenica!! :-)

Sole d'autunno ha detto...

Sono pienamente daccordo con te, MayLù... sono affaracci esteri. E delle vittime se ne ricordano solo quando fa loro comodo.
Quello che a me è rimasto più impresso nella mente dopo la tragedia dell'11 settembre è stata una frase di Bush.. "Ci vendicheremo", ha detto alle tv di tutto il mondo. Non ha parlato di giustizia ma di vendetta..
E' tutto sbagliato..

un abbraccio

Fabioletterario ha detto...

E parlano di guerre per liberare...

SerialLicker ha detto...

"fare la guerra per la pace... come trombare per la verginità"
(Paolo Rossi)