C'era una stella che danzava e sotto quella sono nata.
W. Shakespeare

lunedì 5 gennaio 2009

5 GENNAIO 2009

Sta quasi per finire il mio primo giorno da 27enne, i festeggiamenti si son svolti ieri a cavallo della mezzanotte e questo mi ha portato un rincoglionimento che si attesta su i livelli di guardia.
E' stato un compleanno senza infamia e senza lode, chissà perchè ogni anno lo aspetto con tanta frenesia e poi resto sempre sorpresa nel vedere che infondo è un giorno come un altro.
Forse devo convincermi che non sono più una bambina, potrebbe essere una prima giusta soluzione.
In queste feste ho riflettuto molto su una cosa: Ma perchè la gente regala soldi ai bambini che non se ne fanno una "stramerita minchia"? Poi cresci e i soldi spariscono, proprio quando ne hai più bisogno.. MAH, NON CAPIRO' MAI.
Beh buon compleanno a me, anche questo è andato!
salut

3 commenti:

Dany ha detto...

Io il compleanno lo aspetto perchè di solito non lavoro, cerco di regalarmi che so una seduta dal parrucchiere o dall'estetista, poi magari faccio una cenetta al giapponese, e infine scarto i regali (da notare il plurale) che Charlie ogni volta mi fa, e poi basta, insomma tutto questo per cercare di dimenticare che sto invecchiando e che però basta poco per stare bene. Ti rinnovo gli auguri, tesoro!
Per quanto riguarda i soldi ai bambini sono daccordo, quando ero piccola mi facevano solo soldi che si intascava mia mamma, e pochissimi giochi, che invece avrei desiderato a camionate!!!!

GG ha detto...

auguri anche se in ritardo!!!
giovincella!

Fabioletterario ha detto...

Un augurio di buon 2009... E anche un avviso: ho cambiato link... :-)
www.fabioletterario.wordpress.com